Vorrei preparare una petizione sull’argomento pulizia e smaltimento rifiuti nelle regioni al collasso come la campania, ma non solo
Non è una semplice provocazione, ma un suggerimento utile per impegnare risorse sottovalutate

In Italia ci sono decine di migliaia di carcerati e un numero che non conosco di persone agli arresti domiciliari
Queste persone restando in carcere o restando nelle loro abitazioni il loro debito con la società non lo stanno pagando..

Perchè non investire nel recupero di queste persone impegnandole della differenziazione dei rifiuti indifferenziati  che ricoprono le strade e le campagne del nostro paese?
Niente schiavismo, ovviamente.. ogni persona sarà munita di ogni protezione per evitare il contatto diretto con questi rifiuti pericolosi e non (mascherine, indumenti adatti, guanti, attrezzature per la divisione dei rifiuti..) e soprattutto l’impiego sarà commisurato al reato commesso e alla pena ricevuta

Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione

In questi giorni in cui si parla che finalmente i cittadini hanno capito che gli inceneritori si possono fare, ritengo doverosa una precisazione. Questa proposta servirebbe solo ad arginare un’emergenza, per liberarci del problema dei rifiuti ci sono altri passi da compiere che sono una semplicità estrema ma non so come, vengono ignorati e sfacciatamente taciuti, e non sono la costruzione degli inceneritori o termovalorizzatori.

Parlo in primis della raccolta differenziata che deve essere attuata da ogni cittadino in ogni paese, accompagnata da un educazione sull’argomento (come dividere, cosa assimilare, come comprare).. sì, come fare la spesa! privilegiare i prodotti in contenitori riutilizzabili, composti da un solo materiale riciclabile, incentivare l’acquisto sfuso di prodotti per cui è possibile farlo, comperare prodotti freschi e di provenienza locale ovvero vicina al luogo in cui si vive. Infierire sulle aziende che rifilano rifiuti inutili al consumatore boicottando i loro prodotti e tassando l’imballaggio non strettamente necessario.

Lo so che è difficile eliminare completamente il rifiuto secco urbano, ma ci si può arrivare molto vicini. E quello che resta? Lo inceneriamo oppure lo comprimiamo? incenerendolo creiamo una polvere di scarto difficilmente stoccabile in modo sicuro e piuttosto costoso, comprimendo creiamo uno scarto solido facilmente stoccabile e decisamente poco costoso.

I rifiuti pericolosi devono essere trattati con tecnologie che possediamo per lo stoccaggio, perchè la loro eliminazione è improbabile purtroppo.. bisogna limitarle per quanto possibile, ma oli industriali, scarti di industria chimica, ospedaliera, farmacologica, solventi, liquami agricoli, ecc… sono integrati nella nostra economia ed è difficile eliminarli

Il primo passo è convincersi che a un nabbabbo di 70 anni il futuro di mio figlio potrebbe non stare molto a cuore.. quindi spetta a me fare qualcosa per permettergli di averlo un futuro

possibilmente pulito

Annunci